Clinton in crisi anche in Virginia?

Non è che ci si capisca poi molto.

Il direttore del Federal Bureau Comey scagiona Hillary Clinton e la Electoral Map di Real Clear Politics la rappresenta in ulteriore difficoltà.

Già scesa a duecentosedici grandi elettori un paio di giorni fa, in queste ore la media dei sondaggi la dichiara in crisi anche in Virginia (tredici i delegati ai quali quello Stato ha diritto).

È difatti eccola accreditata di un preoccupante duecentotre.

Mancano oramai poche ore.

Poche ore e le carte saranno finalmente scoperte!

Mauro della Porta Raffo

One thought on “Clinton in crisi anche in Virginia?

  1. Daniele novembre 7, 2016 at 4:52 pm

    Mentre è di dominio pubblico il sostegno di Wall Street e quindi della finanza per Hillary, sulla candidata democratica i boss dell’industria high-tech hanno tenuto un profilo basso, pur appoggiandola non da meno.
    Nella disfida elettorale il tema dell’elusione fiscale di Apple, Google, Microsoft e tanti altri è rimasto assente anche dall’agenda di Trump.
    Per quello che riguarda Hillary, non mi meraviglierei se a suo modo di sentire, le tasse fossero già state pagate sotto forma di contributi elettorali.
    Per quello che riguarda Trump, attaccare la Silicon Valley andrebbe contro la sua etica del successo. Eppure tanti guai dell’America profonda vengono proprio dalla costa ovest e dal suo way of life internazionalista, anticomunitario e antiidentitario.

Comments are closed.