A Hillary 374.585.440 dollari (dati ufficiali al 21 luglio)

I conti in tasca.

La Federal Election Commission – organo ufficiale che segue e monitora l’andamento della campagna elettorale USA – ha di recente comunicato i dati relativi alle contribuzioni ricevute dai due candidati maggiori alla Casa Bianca entro il trascorso 21 luglio.
Ebbene, Hillary Clinton aveva a quel momento incassato 374.585.440 dollari, ne aveva spesi duecentonovanta milioni e spiccioli, aveva in cassa ottantaquattro milioni e rotti.
Donald Trump aveva ricevuto contributi per totali 98.742.091 dollari, aveva speso settantasei milioni e spicci e ne conservava ventidue milioni e più.
La predetta Commission non si è limitata alle cifre, ha anche elencato i dati relativi ai contributors.
Chi ne abbia voglia può andare a leggere.
Le osservazioni in merito – nei mille possibili sensi – lascerebbero il tempo che trovano, ma è certo che le campagne elettorali sono vicine (se non l’hanno già superato) al punto di non ritorno.
Banalizzando, la presidenza spetta a chi ha maggiori disponibilità economiche?
Inaccettabile!

Mauro della Porta Raffo